martedì 29 novembre 2016

Blogger we want you!


Conoscevo quest'iniziativa di Grazia da diverso tempo ormai, -forse più di un annetto- che dedica alle blogger (o aspiranti tali) uno spazio per farsi conoscere e dimostrare il proprio talento. 
E' da più di un anno ormai che penso di iscrivermi, ma poi tra una cosa e l'altra rimandavo sempre, aspettavo di avere un blog migliore, mi dicevo sempre che non era il tempo giusto... insomma in poche parole la paura di "fallire" e di non piacere, mi impediva di provarci. 
...Poi c'ho ragionato sopra e mi sono detta che se aspetto il momento migliore, questo non arriverà mai, se aspetto di essere "perfetta" (sul blog e nella vita) non inizierò mai nulla, e che nella vita bisogna osare, poi se nel mentre scivoliamo, pazienza, ma almeno non siamo state ferme in un punto ad aspettare che le cose cadessero dal cielo, e comunqe, male che vada ne guadagneremo in esperienza che quella fà sempre bagaglio!
Dunque, eccomi qui, a farmi questo "training autogeno", a buttarmi dietro le mie insucurezze e a mettermi in gioco, come andrà andrà, tanto sono dell'idea che se le cose devono succedere, succedono, altrimenti nisba, non ce n'è!
Quindi, senza altri tentennamenti, vi parlo un pò di me e del mio blog, le persone che ormai sono di casa qui probabilmente lo sapranno già, ma è sempre meglio riepilogare per chi invece si troverà a passare di quà per la prima volta. 
Da dove incominciare... io con le presentazioni sono sempre stata una frana, le trovo di una finzione assurda, quando ci presentiamo tendiamo sempre a raccontare una versione migliore di quello che siamo, ma è solo frequentandosi che si capisce chi si è veramente, pregi e difetti, vediamo un pò, cosa posso dirvi? Mi chiamo Francesca e sono la "mente" di questo blog, -e che tra l'altro, come avrete capito, ha appena scoperto di non essere portata nelle presentazioni-.
Sono una persona molto pratica, che non ama tanto i giri di parole e che preferisce andare dritta al punto. Per il resto, nella vita reale, mi arrangio come tutti, mi sposto di quà e di là -sono "irrequieta" come dice mia nonna che non riesce più a star dietro i miei spostamenti-, originaria di una piccola, e poco ridente, città del sud che sogna di trasferirsi in una grande città del nord, (come la maggiorparte dei miei coetanei, credo). Ci stò provando, appena ci riesco sarete i primi a saperlo!
 "The smell of friday" è il mio spazio, il mio angolo relax. Nato nel 2013, in un freddo pomeriggio di novembre, mese a cui sono particolarmente legata per via dei numerosi compleanni di famiglia. Si! Siamo tutti scoprioni, vi lascio immagginare le discussioni, che tra persone impulsive sono all'ordine del giorno -infatti stiamo bene quando siamo lontani- ... nel tempo però ho imparato a smussare un pò gli angoli e a cercare di essere un pò più diplomatica!
Oltre al mese di nascita, condivido col blog anche le iniziali (SF),
certo, sarebbe molto più poetico raccontarvi che il tutto è stato solo una fortuita coincidenza ma... in realtà è stata una scelta del tutto non casuale!
E' stato frutto di lunghe nottate passate in bianco, a cercare un nome originale, che suonasse bene, che mi rappresentasse e con un qualche significato dietro... e poi un giorno è arrivato, semplicemente: The smell of friday: il profumo del venerdì
Perchè? Perchè il profumo del venerdì lo senti nell'aria, lo percepisci... ha quell'aria un pò "friccicarella", come dicono a Roma. 
Il venerdì è la giornata in cui vige la filosofia dell' "hakuna matata" in cui ci liberiamo dal peso di tutta una settimana. E' un pò questo lo spirito del blog, quello che vorrei trasmettere nei miei post: spensieratezza e leggerezza, dove chiacchierare oggi del vestito o di un tatuaggio, domani di una serie tv o di un posto lontano, e dopodomani ancora di una ricetta o dei piccoli piaceri della vita. Un blog multitasking insomma, o meglio un "comfort blog" come mi piace definirlo, per questo motivo, mi sento di essere più vicina alla sezione lifestyle, conscia che ho ancora tanto da imparare.
 Nulla di specifico, solo un angolino dove passare a prendere una ventata d'aria fresca durante le lunghe giornate di lavoro/studio.
Dite che la mia sia un'ambizione troppo alta? Può darsi, ma vi assicuro che la mia non è presunzione, solo un semplice desiderio!
Spero di riuscire nell'intento e di difforndere il profumo del venerdì nelle vostre giornate. 
Io ce la metto tutta!



{SF}

martedì 22 novembre 2016

#fashionfriday netflix night.

 Ultimamente l'atmosfera delle mie serate autunnali/invernali è sempre quella: tazzona fumante in una mano, borsa d'acqua calda nell'altra, copertona da vecchietta e serie tv. 
E' sempre così, quando fà freddo si tende ad andare in letargo e stare a casa diventa un piacere, chi sceglie una comedy, chi il fantasy o il poliziesco, chi la serie millenaria... poco importa, il risultato è sempre quello: totale relax. Non posso chiedere di meglio!
Stavolta quindi, niente maglioni, stivali o sciarponi ma solo pigiami, coperte, cuscini e accessori. Carichi a molla e che il binge watching sia con noi!
Così, nell'attesa che Netflix rilasci le nuove puntate di "una mamma per amica" -Gilmore girls per le più internazionali- io mi preparo così:  


VERSIONE ACQUISTABILE


| Pigiama: camicia e pantalone | mascherina | plaid | cuscino |


PS. Piccolo sondaggio: preferite la versione polyvore o quella acquistabile?
 

{SF}

lunedì 14 novembre 2016

Mug ♡ lovers.

foto weheartit
Praticamente sono il prolungamento della mia mano (escludendo il cellulare), non riesco più a farne a meno, e poi non sò spiegarvi il perchè ma mi piacciono da morire, ne compro a iosa e non ne ho mai abbastanza. Ne ho talmente tante che ultimamente fatico a trovargli un posto ma questo non mi ferma dal comprarne di nuove, e mi piacciono così, una diversa dall'altra, tutte spaiate. 
Quando invito i miei amici, ognuno và nel mobiletto a scegliersi la sua, ce n'è una per ogni personalità!
Con l'avvicinarsi delle feste, ho deciso di alleggerirvi il lavoro e cercare delle tazze carine su siti conosciuti e affidabili, quindi, per intenderci, non la classica sfilata di tazze carine che però per acquistare devi far salti mortali!
Quale vi piace? ...magari riesco a svoltarvi qualche regalo! 



| #1 Mug maisons du monde 4.50 | #2 Mug folletto 8.90 | #3 Mug coca cola 8.99 | #4 Mug pantone 19.90 | #5 Mug renna 17.27 | #6 Mug dita mozzate toiletpaper 15.00 | #7 Mug Doctor Who 10.90 | #8 Mug ground floor 18.00 | #9 Mug a righe 14.11 | #10 Mug mappa di Parigi 13.90 | #11 Mug moka 9.90 | #12 Mug ceramica vietri 10.30 | #13 Mug orso 5.99  | #14 Mug gatto 5.18 | #15 Mug maisons du monde 17.98 (x2tazze) | #16 Mug frase 8.99 |


👉Errata corrige Ho parlato troppo presto. Mi ero vantanta di aver cercato tazze facilmente acquistabili sul web, poi nel linkarle ho letto meglio e ho visto che la tazza #1 è acquistabile solo in negozio. Perdonatemi! 
👉Nel caso cercate qualcosa di sfizioso da mettere dentro le vostre tazze:
#1 cioccolata calda alla cannella / #2 earl grey latte / #3 vanilla almond milk / #4 gingerbread latte.


{SF}

martedì 8 novembre 2016

Piccoli piaceri. ♡

...o quelli che i francesi comunemente chiamano "petit bonheurs".

1. Sorridere ad uno sconosciuto.
2. Un messaggio che non ti aspettavi.
3. Lo spicchio di margherita fumante alle 2 di notte.
4. Il profumo della pioggia. 
5. Camminare scalzi.
6. Riuscire ad asciugare lo smalto senza graffi.
7. Farsi scivolare le cose che ci fanno male, imparare a fregarcene ma per davvero.
8. Il primo boccone quando si è veramente affamati.
9. Svegliarsi e sentirsi riposati anzichè più stanchi di prima.
10. Le conversazioni di sera tardi con un bicchiere di vino rosso.


*The photos are not mine. If you want a photo removed please contact me and I will remove immediately





{SF}

giovedì 3 novembre 2016

#somewhere La Boulangerie-Beaumarchais, 28blvd Beaumarchais, 11e arr - Paris, France.

#18somewhere

 -appunti di viaggi futuri-

*The photo is not mine. If you want a photo removed please contact me and I will remove immediately
Voglio portarvi a mangiare una brioche, un croissant o un pain au chocolat in una tipica boulangerie parigina.
La boulangerie beaumarchais, o semplicemente bulangerie 28, come la chiamano in molti - per via del numero civico- è una vecchia boulangerie-patisserie, patrimonio storico del ventesimo secolo. 
Si trova nell'undicesimo arroundissement, sulla rive droite, zona un pò meno turistica che però ha giocato un ruolo importante nella storia di Parigi e della Francia.
Lo sentite già il profumo del pane appena sfornato? 


{SF}